CIVFIRCIV  Facebbok-tarvisium   YouTube-Tarvisium      

under 10 - 07.10.18

 

 

Under 10
Raggruppamento Belluno, 07/10/18
Belluno, Conegliano, Feltre, Ruggers Tarvisium, Vittorio Veneto

inizio di stagione 

Domenica scorsa presso i campi del Belluno si è disputato il primo raggruppamento della stagione per la nuova Under 10. Siamo riusciti a schierare con fatica due formazioni senza cambi causa numerose defezioni, però di certo non può rappresentare una scusante. Dalle prime partite di certo io non mi aspettavo di vedere un gioco spumeggiante o giocate raffinate, però è altrettanto vero che non può essere questo il livello della nostra truppa.
Non deve mancare mai lo spirito competitivo quando si scende in campo, ma così vale anche in tutti gli altri campi della vita: abbiamo approcciato veramente male queste partite. D'altro canto, la regola rimane sempre la stessa (insegnatami da un allenatore tanto tempo fa): si gioca come ci si allena. E in queste settimane non ci siamo allenati bene.
Evidentemente deve cambiare qualcosa dal punto di vista comportamentale, altrimenti la deriva è facile da intraprendere.

Prossimo appuntamento domenica 21/10, augurando di ritrovare uno spirito combattivo evidentemente messo da parte. Ora è il momento di reagire.

Piedi per terra e a testa bassa lavorare.

 

Avanti Ruggers!

under 10 - 29/30.09.18

FJAK7921

 

 

under 10
sabato 29 e domenica 30 settembre

 

team building

Rifugio Chiggiato a Calalzo di Cadore BL

 

Grazie all'impegno di alcuni volontari, in particolare dell'accompagnatore Davide, è stato possibile organizzare il Team Building annuale per la categoria U10.

Dato che come tempistica si andava verso fine estate, non è stato semplice trovare una location adatta, ma dobbiamo dire che il Rifugio Chiggiato ha soddisfatto ampiamente le nostre aspettative.

Qual era l'obiettivo della società Tarvisium, rappresentata dai suoi allenatori e accompagnatori ? Era quello di regalare un'esperienza positiva ai suoi ragazzi e favorire tra di loro un clima di fiducia, di amicizia e di collaborazione, naturalmente divertendosi. Ci siamo riusciti in pieno, favoriti dalle condizioni meteo, che ci hanno regalato due giornate strepitose!

Raggiunto Calalzo, ci siamo addentrati nel bosco, zaini in spalla, e abbiamo cominciato la salita: ci siamo divisi in piccoli gruppi, per poi ricongiungerci al momento del pranzo al sacco (“quando si mangiaaaaaaaa?!?”)

Tutti i ragazzi sono stati davvero bravi e non hanno mai mollato, ho visto addirittura qualcuno portare per qualche minuto lo zaino del compagno ….e se questo non è essere una squadra …

Nel primo pomeriggio abbiamo raggiunto la sospirata meta, raggiunti più tardi da Pierre e Marco, che davamo scherzosamente già per dispersi.

I ragazzi, per nulla provati dalla salita (ma come fanno?!?), si sono dati al gioco libero, nel bellissimo prato antistante il rifugio, assieme a Jack, un magnifico labrador di proprietà dei titolari del Chiggiato.

L'ora di cena ci ha trovati tutti affamati, qualcuno ha fatto volentieri un bis, ma il volume delle urla era sintomo che la stanchezza cominciava a fare capolino, ed era tempo di andare a dormire.

Al mattino, dopo una ricca colazione, abbiamo radunato le nostre cose e ci siamo rimessi in viaggio; per la discesa abbiamo optato per un sentiero alternativo, agevole e un po' più esposto al sole settembrino.

Tra tante risate e la consueta pausa merenda, siamo infine arrivati a destinazione: un'area verde dove ci siamo fermati per consumare il pranzo della domenica e condividere un altro bel momento assieme.

La squadra naturalmente ha fatto subito suo il posto, per scatenarsi in giochi vari.

A metà pomeriggio rientravamo al park Tarvisium, ove mamme e papà ci aspettavano per riabbracciare le magliette rosse.

Questo TB ha donato ai ragazzi un pizzico di consapevolezza, di maturità, e di conoscenza, che non potrà che fargli del bene nel corso della loro crescita.

Al prossimo anno, confidando in una partecipazione ancora più massiccia!!!

vai alla gallery

 

 

under 10 - 12/13.05.18

COPERTINA

 

sabato 12 e domenica 113 maggio 2018
Under 10

Torneo “Citta di Treviso”

 

40° Torneo (ex) Topolino, poi Puffo, poi Città di Treviso

 

Schierata una Tarvisium un po' mista e variopinta: azzurro e giallo/arancione, sotto il segno di un unico rosso.

Un rosso all'inizio (e sottolineo: all'inizio) un po' pallido, sbiadito da qualche incertezza, da qualche perplessità e, per vero, da non molte aspettative.

Ma in fondo non si fa che ripetere che a rugby bisogna, più che altro, divertirsi …

E, quindi, partiamo tutti (con armi e bagagli ed un ottimo prosciutto) per andare a divertirci.

La partenza è stata in salita e la delusione, il sabato mattina, non si è fatta attendere: tutte perse.

I nostri ragazzi sono usciti dal campo con i musi lunghi ed arrabbiati. Ma anche con 3 partite alle spalle per poter cominciare a conoscersi, a riconoscersi e, finalmente, a fare una squadra con un unico obiettivo.

Ed è così che l'asse A-A/Azzurro-Arancione si è trasformato, anche con l'incitamento di qualche compagno venuto a tifare, in un G-A: un Gentlemen's Agreement, un patto tra gentiluomini per sostenersi a vicenda ed arrivare insieme ad una solo meta: vincere o, comunque, “vendere cara la pelle”.

Pensato, detto, fatto: dal sabato pomeriggio la rabbia si è trasformata in grinta ed è cominciata la riscossa dei nostri ragazzi. Sguardo fiero e determinato e via … da quel momento una vittoria dietro l'altra.

Alla fine, a causa delle sconfitte iniziali, ci siamo guadagnati un (pur sempre onorevole) 61esimo posto.

I nostri ragazzi, però, hanno vinto per la capacità - in così poche ore - di creare una squadra e di riaccendere, vivido, il rosso della loro maglietta e la gioia nei loro occhi.

Si torna a casa stanchi ma orgogliosi e sorridenti.

Del resto, chi ha detto che vincere non sia anche divertente?

Bravi ragazzi. Bella partita.

 

discorso dell'allenatore

Beh che dire... dopo questo evento vorrei dire due cose... non sempre è facile... non sempre il risultato è alla portata di tutti e soprattutto non sempre è raggiungibile, in questi due giorni però ho potuto verificare che quando un gruppo di bambini tremendi si mettono in testa di raggiungerlo nulla li può ostacolare!

Non tutti sono pronti a buttare il cuore oltre l'ostacolo... stiamo crescendo e noi staff siamo super contenti di tutti i bambini... tutti... dai supertitolari a chi ha giocato magari oggettivamente molto poco... penso comunque che il tutto faccia parte di un percorso di crescita che deve esser atteso non forzato... metter in campo un bambino in crescita ma non pronto a quella partita non favorisce la stessa ma crea ancor più dubbi e noi non lo vogliamo... poche cose ma fatte ben...

Detto ciò un particolare ringraziamento alle famiglie che hanno gestito al meglio il torneo città di Treviso... uno allo staff sempre presente (anche troppo secondo i direttori di campo tanto è vero che li buttavano fuori)... uno speciale va ad ogni uno dei miei Ruggers che mi donano grandi emozioni direttamente proporzionali agli urli che devo dedicargli, questa volta gli è andata bene perché non ho avuto abbastanza voce per tutti e due i giorni... troppe emozioni!

Dite ai bambini che ho visto un cuore grande in loro.

Motto del Torneo

I prossimi avversari sono “tosti”?

“Sarete voi e il vostro modo di giocare a determinare se saranno tosti o meno”.

 

Ad maiora. Avanti Ruggers!

vai alla gallery

 

under 10 - 06.05.18

COPERTINA

 

Under 10 

Domenica 6 maggio 2018 

Raggruppamento a Oderzo

Rugby Belluno, Grifoni Rugby Oderzo, Vittorio Veneto Rugby, Ruggers Tarvisium, Polisportiva Rugby Livenza

 

Ci siamo ritrovati nel campo di Oderzo alle 9.30 per il penultimo raggruppamento dell'anno. Giornata praticamente estiva.

Qualche istante prima dell'inizio di tutte le partite abbiamo ricordato con un minuto di silenzio la nostra amica rugbista Rebecca Braglia scomparsa da pochi giorni.

Dopo un bell'applauso da parte di tutti i giocatori e spettatori, il via alle partite.

Alla nostra prima partita contro il Vittorio Veneto siamo stati “asfaltati” con un secco 10/0. Netta purtroppo, la differenza di età e di peso dei nostri avversari. La seconda, contro il Belluno, persa 8/4. Dopo una breve pausa e un po' di delucidazioni da parte del nostro allenatore Pier, si è visto un po' di più impegno e miglioramento. I nostri Ruggers soffrivano un po' il caldo e gli altri due incontri si sono conclusi, sempre in negativo, ma con uno stacco minore. Nonostante tutte le difficoltà tecniche e di età, i ragazzi hanno disputato tutte le partite con onore e unione tra di loro. Alla fine ci siamo ritrovati per il terzo tempo davanti ad un sostanzioso piatto di pasta.

Arrivederci al torneo mini rugby “città di Treviso“!

 

Avanti Ruggers!

 

Concentramento Oderzo 022Concentramento Oderzo 024

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

under 10 - 01.05.18

COPERTINA

 

Under 10

martedì 1° maggio

Torneo Bottacin - 37^ edizione

 

La Ruggers Tarvisium Under 10 c'è!

 

Partiamo con i dati relativi al Torneo giunto quest'anno alla 37° edizione: 2200 atleti di 40 società provenienti da 8 regioni italiane, oltre ai francesi del Perpignan, nelle categorie Under 6, 8, 10 e 12, numeri alla mano il Bottacin si può considerare sicuramente il principale torneo nazionale di minirugby tra quelli che si disputano in una sola giornata.

La nostra U10 era stata inserita nel Girone H che oltre a noi comprendeva gli Highlanders Formegine, il Selvazzano Rugby, il Villorba Rugby e il Lazio Rugby.

La prima partita del Girone l'abbiamo disputata verso le 9.30. Come sempre la prima è la più difficile perché è quella che da l'indicazione di come potrà andare il Torneo. Se i ragazzi sono “accesi” oppure se è una giornata storta.

La risposta per fortuna c'è stata, ed è stata un'ottima risposta! I ragazzi hanno saputo trasformare tutte le loro ansie, le loro paure della vigilia, la loro tensione in voglia di giocare ed il risultato è stato 3 a 1 per noi. La prima è andata.

La seconda partita ci ha visti confrontarci con gli Highlanders Formegine, squadra dalla provincia di Modena, finora mai incontrata, ma che nelle precedenti partite ci aveva impressionato per il buon gioco.
Infatti la partita non è affatto semplice, gli Highlanders sono “duri a morire”…. e ci mettono in difficoltà, ma alla fine passiamo noi: 2 a 1.

E si va alla terza, con i nostri “cugini” del Villorba, squadra sempre tosta, con buona individualità e bel gioco. Infatti anche il Villorba ci mette in difficoltà, subiamo e andiamo sotto 2 a 1. Ma reagiamo subito allo svantaggio e alla fine chiudiamo vincendo per 4 a 2.

Eccoci all'ultima partita del girone con Lazio Rugby, che finora aveva perso con tutti e proprio per questo motivo rischia di essere la partita più difficile a livello mentale. Per nostra fortuna però non è così, i ragazzi sono bravi e si impongono per 4 a 1.

Siamo PRIMI del girone e ai quarti di finale ci tocca il Benetton.

La partita è molto temuta (finora ci siamo scontrati già diverse volte durante i raggruppamenti con loro con risultati alterni), la Benetton infatti si presenta con la squadra migliore, fisicamente molti di loro sovrastano i nostri e tecnicamente sappiamo che sono molto bravi.

Infatti la partita è tiratissima, andiamo in svantaggio 2 volte ed in entrambe riusciamo a recuperare con merito.

Finisce 2 a 2 e chi passa lo decide la commissione tecnica del Torneo utilizzando lo strumento del foglio età: passa la squadra con la media età inferiore. Non è bello per i ragazzi che avrebbero preferito giocarsela in campo, ma queste sono le regole. Dopo qualche minuto il verdetto: passa la Tarvisium perché la Benetton non ha presentato il foglio età !! (Punto tecnico guadagnato dai nostri dirigenti).

Si va subito in semifinale. Adesso dobbiamo affrontare la Capitolina.

Chiediamo informazioni per capire come giocano e ci viene detto che sono fortissimi: giocano un rugby simile al nostro ma sono anche molto dotati fisicamente……sarà dura!

Senza paura entriamo in campo e facciamo il nostro gioco, ma è veramente una battaglia.

Siamo in vantaggio per 2 a 1 e loro sono a pochi passi dalla nostra linea di meta…manca poco alla fine della partita, il direttore di campo chiama “ultima azione”. Loro spingono forte ma noi non molliamo e facciamo un “carrettino” che ancora oggi anche loro se lo ricordano, con tutta la nostra forza, incitati dai genitori e dagli allenatori che urlano a squarciagola, dalla nostra linea di metà li spingiamo fino alla metà campo. Questa scena ce la ricorderemo a lungo. La partita finisce 2 a 1 per noi siamo in FINALE !

La finale si svolgerà nel campo centrale, sotto la tribuna e giocheremo contro i padroni di casa del Petrarca con tutto il tifo a loro favore… prepariamoci ad una battaglia.

La cosa più difficile è stata mantenere la concentrazione nelle quasi 3 ore in cui abbiamo atteso.

I ragazzi sono stati fantastici, diligentemente hanno ascoltato i consigli dell'allenatore e sono riusciti a mantenere la giusta concentrazione tenendo comunque sotto controllo l'agitazione che tempestava dentro di loro.

Il Petrarca lo conosciamo bene, ci ha già sconfitti nella finale del Torneo di Mogliano, sono una squadra fortissima e molto più “grossa” di noi. Ma nulla è perduto, le partite vanno giocate e noi siamo pronti a questa sfida.

Alle 16 entriamo nel campo centrale e come “i grandi” ci fanno uscire dagli spogliatoi chiamando col megafono uno per uno i nomi dei giocatori col sottofondo di una nota canzone ai nostri ragazzi: “Thunderstruck” degli AC DC…. se ce ne fosse stato bisogno, questa sicuramente è stata un ulteriore scarica di adrenalina, perché questa è da loro stata eletta come la canzone leader per tutti i loro tornei.

Andiamo in campo quindi prontissimi a dar battaglia ai padroni di casa…. e si vede !!

Loro sono più grossi, ma noi siamo più veloci, corriamo, passiamo, placchiamo, spostiamo facciamo tutto quello che ci hanno insegnato in questi mesi di allenamenti e durante il Camp.

Ore e ore di allenamenti di preparazione di fatica e sudore che oggi ci servono per affrontare questa sfida e per VINCERE !

La Tarvisium U10 batte il Petrarca 3 a 1 e si aggiudica il Torneo Bottacin di categoria.

Un risultato per i nostri ragazzi sicuramente storico in quanto se lo ricorderanno per sempre e potranno dire “io c'ero” (tra l'altro sono gli stessi ragazzi che 2 anni fa avevano perso la finale del Bottacin in U8 col Valsugana).

FIERI DI VOI SIETE UN GRAN BEL GRUPPO DI RAGAZZI!

Grazie alla Tarvisium per averci permesso di vivere questa grandissima emozione, perché ha dimostrato di essere veramente quello che dice: una scuola di rugby! Il progetto tecnico iniziato ormai da qualche anno ha dato il suo primo frutto e speriamo (ma ne siamo sicuri) che questo sia da stimolo per tutti gli altri ragazzi.

Grazie agli allenatori e a tutto lo staff perché col loro impegno hanno permesso a questi ragazzi di diventare non solo una squadra ma anche un gruppo di amici e questo (secondo chi scrive) ha fatto la differenza in campo. Tutto il lavoro fatto dentro e fuori dal campo: Camp, 3° tempo, attività extra, team building, ecc. ecc. sono tutte attività che servono per creare un gruppo unito di amici che giocano assieme a rugby e si divertono.

In questa giornata come dice Ino nella nostra canzone, ognuno ha portato il massimo di quello che in quel momento è riuscito a fare con entusiasmo e con questo impegno sono riusciti a costruire la loro vittoria.

 

la Tarvisium c'è! Avanti Ruggers.

vai alla gallery

 

under 10 - 25.04.18

Copertina

 

Under 10
25 Aprile 2018

2° Torneo Città di Venezia

 

25 Aprile, San Marco: quale miglior occasione per partecipate ad un bel torneo di rugby in casa del San Marco Rugby Venezia?

La giornata parte un po' nebbiosa, ma fortunatamente, con il passare delle ore si “gira” in una splendida giornata di sole quasi estiva.

La Tarvisium si presenta all'appuntamento con due squadre divise per competenza degli atleti e, come per il tempo, anche i nostri Ruggers con il passare dei minuti migliorano fino a farci godere di prestazioni veramente di buon livello che le porteranno a classificarsi prime e seconde nei rispettivi gironi di qualificazione.

Gironi duri nei quali la nostra T1 ha incontrato squadre del calibro del San Donà, Asolo e Vicenza senza mai lasciarsi sopraffare, fatto salvo per qualche incertezza iniziale con il San Donà, che li ha obbligato a prendere le misure” con una squadra molto più pesante e fisica. Anche per la T2 il girone nel quale hanno incontrato il Vicenza 2, Riviera 2 e Venezia Kokai è stato impegnativo ed infatti hanno lasciato sul campo un risultato negativo con il Venezia, per poi subito riprendersi ed andare a conquistare, con la grinta che li distingue, la seconda posizione nel girone.

Passate le qualificazioni, è ora delle semifinali e come sempre i nostri Ruggers le affrontano con tutta la grinta ed l'impegno richiesto. La T1 si trova ad affrontare nuovamente l'Asolo che si presenta con una formazione rimaneggiata attingendo al meglio delle due formazioni che avevano portato al torneo; questa pratica non dovrebbe essere ammessa, ma i nostri Ruggers non si fanno spaventare e con un prestazione di rara intensità e grinta, liquidano la pratica fornendo all'Asolo una impeccabile lezione di come si gioca duramente ed onestamente a rugby. La soddisfazione è tanta sia tra i giocatori che tra i genitori.

Anche per la T2 si preannuncia una semifinale difficile, visto che devono affrontare la solita pesante e molto fisica San Dona 2, ma i nostri ragazzi non si tirano indietro e con tutta la grinta e la forza che avevano ancora in corpo si aggiudicando la finale per il 5^ e 6^ posto. La finale viene giocata dopo poco con il Villorba 1 e probabilmente, complice la stanchezza, la fame (erano le 13:50 quando hanno iniziato la partita e dovevano ancora pranzare) e l'avversario un po' più riposato, non riescono mai ad entrare in partita e quindi vengono sopraffatti. Niente di grave perché comunque durante tutto il torneo hanno dimostrato voglia di giocare, grinta, grande capacità di riorganizzarsi dopo la sconfitta subita nel primo incontro.

Fatta la pausa pranzo, è ora delle finali per il primo e secondo posto e tocca alla nostra T1 giocare con la squadra del Mira Riviera. I nostri Ruggers entrano in campo con un unico obiettivo che è quello di portare a casa la coppa e dopo qualche minuto di gioco si capisce che ce la faranno. Il primo dei due tempi da 5 minuti in cui si svolge la finale è tutto sommato equilibrato con i nostri che tengono il gioco ad un ritmo forsennato, ritmo che i nostri antagonisti non riescono a reggere ed infatti nel secondo tempo i Ruggers dilagano con un risultato finale che non lascia dubbi sulla superiorità della prestazione dei nostri: 8-1.

Bravissimi tutti i nostri Ruggers che in questa splendida giornata portano a casa due piazzamenti (1° - 6° posto) di tutto rispetto in un torneo per niente semplice sia per le squadre presenti che per l'organizzazione dei tempi di gioco.

 

Avanti Ruggers!

vai alla gallery