CIVFIRCIV  Facebbok-tarvisium   YouTube-Tarvisium      

Tarvisium SuperX: il futuro in campo! - 2017-2018 fase invernale.

superX 11 2017 web

 

Tarvisium SuperX

il futuro in campo!

legami, scambi, confronto, appartenenza!

26 novembre 2017 ore 11.00

 

Domenica 26 novembre, promosso dalla Ruggers Tarvisium, si disputerà presso le strutture di tre società differenti il SuperX, un concentramento/torneo minirugby di 8 società.


3° Super8
Rugby Feltre
impianti sportivi Boscherai - Pedavena - BL

2° Super10
Benetton Rugby
impianti Ghirada - Treviso

2° Super12
Verona Rugby
impianti via della Diga - Verona

 

Alla base della proposta formativa, la convinzione che ogni bambino sia unico e irripetibile, e debba dunque poter crescere secondo le proprie capacità e seguendo il proprio peculiare ritmo di sviluppo.

Un torneo tra pari-età, ma organizzato in squadre diversificate per “livello di competenza”, così che ogni bambino possa confrontarsi con altri giocatori di competenze (motorie, emotive, tecniche) simili, per offrire un confronto leale ed equilibrato. Un torneo dove ciascuno abbia la possibilità di ottenere il successo fondamentale per il miglioramento della percezione di se stesso (autostima), in cui vi sia equa competizione ed eguale possibilità di crescere.
Infine, un modello fluido, con livelli aperti e comunicanti, per formare lo spirito di squadra, per sviluppare la leadership dei bambini più competenti (così che possano trascinare quelli meno esperti), dove i più bravi non sovrastino novizi e principianti, e dove chi ha bisogno di qualche ora sul campo in più non rallenti il ritmo di crescita di chi è più formato.

 

...obbiettivi e requisiti

del modello SuperX 

gli obbiettivi del SuperX sono:

 

Creare legami tra Società
con elevato numero di giocatori nell'area di appartenenza
e con simili pianificazioni di lavoro.

Creare un confronto equilibrato per tutti i livelli
con una formula innovativa e poter valutare i risultati nell'arco di più anni.

Creare spirito di appartenenza:
tutti devono dare il meglio per far vincere la propria società,
tutti fanno parte della stessa squadra, non importa il livello in cui giochi.

Condivisione delle esperienza formative e gestionali tra tutte le Società partecipanti,
attraverso anche l'organizzazione di meeting formativi e di analisi pre e post SuperX

 

In occasione della temporanea sostituzione di Parma Young, il progetto SuperX viene proposto a Gispi Prato e Rugby Pordenone affinchè queste Società possano sperimentare ed eventualmente proporre il nostro modello anche nelle rispettive regioni.

 

A giugno, con la stessa formula, si svolgeranno presso i campi della Tarvisium le partite della fase estiva che verificheranno i progressi ottenuti.

 

 super8 11 2017 websuper10 11 2017 websuper12 11 2017 web

concentramento e festival in casa

WhatsApp Image 2017 11 05 at 13.03.42

 

domenica 5 novembre 2017
concentramento e festival in casa Tarvisium!

 

Una gran bella squadra

 

Il raggruppamento in casa del 5 novembre è stato, come sperato, una bella occasione di gioco per i nostri ragazzi. Ma, al pari degli sforzi e dell'impegno dei giocatori, è giusto che vengano anche messi in evidenza quelli delle tantissime persone che, silenziosamente od in un festoso baccano, hanno reso possibile l'evento.
A cominciare dall'organizzazione degli spazi e delle tempistiche, gestite dai dirigenti delle categorie, che correndo a destra e manca hanno radunato e guidato tutte le squadre prima al corridoio di benvenuto e poi a propri campi. Pur con moltissimi giocatori, il rispetto di una precisa scaletta, sovraintesa dalla nostra mitica Direttrice di Raggruppamento, ha permesso a tutti di giocare e poi trovare il giusto tempo e spazio negli spogliatoi ed in clubhouse.
In campo l'ordine ed il tempo è stato scandito dal preziosissimo aiuto fornito da alcuni volenterosi ruggers dell'under 14 che si sono resi disponibili ad aiutare i compagni del minirugby come responsabili di campo; davvero un bell'esempio di spirito di servizio alla Società.
L'accoglienza dei giocatori al terzo tempo è stata garantita da numerosi genitori che hanno aiutato in clubhouse e cucina, anche a costo di rinunciare a seguire le partite dei propri figli. Al pari della "brigata" di cucina che ormai si è perfettamente ambientata negli spazi e nei ranghi dei più esperti "giganti".
Insomma siamo proprio una bella squadra!!

 

Avanti Ruggers

 

si è concluso il superX!!! ()

IMG 2409 rit tagl rid

 

si è concluso il Tarvisium SuperX

 

Nel pomeriggio di domenica 11 giugno si è concluso il Tarvisium SuperX, torneo dalla "formula" innovativa organizzato dalla Ruggers Tarvisium con la fattiva e fondamentale collaborazione (intesa come attitudine al lavoro di gruppo, al dialogo e alla comunione di intenti) di altre sette società: Benetton, Feltre, Mogliano, Parma Young, Valsugana e Villorba.

 

La manifestazione, cominciata sabato mattina e conclusasi domenica nel primo pomeriggio, ha visto confrontarsi i giocatori delle 8 Società obbligatoriamente suddivisi oltre che, naturalmente, per categorie di età anche per livelli di competenza.

Questa particolarità rappresenta sicuramente la caratteristica principale del modello Super X: non solo le Società devono schierare tutte le proprie formazioni (3 under 8, 3 under 10 e due under 12) ma queste devono essere chiaramente caratterizzate dal diverso ed evidente grado di maturità tecnica dei loro componenti, assicurando così a tutti i bambini l'opportunità di misurarsi in un confronto equilibrato solo con giocatori opponenti con lo stesso livello di esperienza e con caratteristiche simili. In questo modo viene loro permesso di concorrere come a tutti gli altri suoi compagni, a prescindere dalla loro bravura e del loro attuale livello di abilità alle fortune della propria Società.
A tutti i bambini vengono garantite, cioè, le medesime opportunità di divertimento di gioia competitive e di crescita.

Gli oltre 750 giocatori, accompagnati da uno staff di educatori e dirigenti composto da oltre 100 persone, hanno dato vita a bellissimi momenti di gioco con il sostegno delle loro famiglie che li hanno educatamente incitati dal bordo campo prima della tradizionale festa collettiva del terzo tempo.

L'evento è stato anche e soprattutto un'occasione per l'accrescimento tecnico di chi opera nel rugby di base. Gli educatori delle Società hanno infatti avuto l'opportunità, in modo inconsueto e con spirito ecumenico, di incontrarsi, confrontarsi e compiere interessanti valutazioni sulle loro differenti esperienze educative. Hanno poi partecipato a un breve ma interessantissimo "stage" sulla centralità di un attento e accurato sviluppo delle attitudini motorie e coordinative nei bambini, tenuto da Fabio Colbertaldo esperto uomo di rugby e di scienze motorie. Inoltre la presenza del Tecnico Regionale Matteo Mazzantini, del presidente del Comitato Regionale Marzio Innocenti, del Consigliere della F.I.R Zeno Zanandrea (che ha gentilmente premiato le vincenti delle tre categorie) hanno loro permesso di monitorare l'evoluzione di una parte consistente del nostro movimento e di testimoniare il vivo interesse istituzionale verso le sperimentazioni che mirano, attraverso una ben indirizzata evoluzione delle caratteristiche tecniche e soprattutto psicomotorie dei nostri piccoli atleti, al miglioramento e al consolidamento del rugby di base vera e unica potenziale garanzia del futuro del nostro sport.

Con questo spirito i trofei Super 8, Super 10 e Super 12, vinti rispettivamente, ex aequo, da Parma Young e Verona Rugby, dal Benetton Treviso, e, ancora ex-aequo, dal Mogliano e dal Valsugana non hanno titolo definitivo. Saranno custoditi per un anno, corredati dal simbolo delle squadre vincitrici e dalla data, nelle sedi di queste Società (gli ex aequo saranno tenuti per sei mesi ciascuna dalle due Società risultate vittoriose) ma saranno rimessi in gioco nella prossima edizione.
Un grazie speciale agli sponsor che ci hanno sostenuto con entusiasmo e generosità e ai moltissimi che in tanti modi hanno supportato questa faticosa ma entusiasmante esperienza.

Ci pare giusto e doveroso non trascurare un altro altrettanto se non ancor più importante aspetto emerso nel corso della manifestazione - che al di là di qualche piccola rettifica che questa particolare esperienza ci ha indicato come necessaria per poterla immaginare ancora migliore nelle prossime edizioni - ci ha gratificato dell'impegno che ci siamo presi nel darle vita. Ci riferiamo a quel "clima" particolarmente sereno e appagante che abbiamo respirato alla fine delle varie "tranches" del SuperX, cogliendo nell'espressione, negli occhi e nelle parole dei ragazzi, degli accompagnatori degli educatori e dei genitori dei ragazzi di tutte le Società, la soddisfazione di aver partecipato, malgrado i disagi della stagione e molto spesso della distanza a questo gioioso e piuttosto particolare evento.
Ai genitori, siamo convinti, questo "clima" molto spesso estraneo alla cultura sportiva di chi non ha un profondo vissuto rugbystico, gioverà probabilmente moltissimo nell'indurli, una volta di più, a meditare sul positivo significato dell'appartenenza e sullo specifico competere rugbystico, così filosoficamente e comportamentalmente distante dalla maggior parte dalle altre forme di competizione collettiva.

Infine, siamo perfettamente consapevoli che questa manifestazione non sarebbe stata possibile senza il contributo determinante dei moltissimi che con il loro sforzo, il loro impegno e il loro lavoro, hanno permesso alla macchina organizzativa di muoversi in modo quasi perfetto. Dall'antico popolo della Tarvisium, al più recente e appassionato, alle mamme e ai papà che rinunciando di veder giocare i loro figli, hanno presidiato le posizioni in segreteria, al computer individuando i segni che lo identificano, nel web, nella club-house, nelle cucine, nei banchetti esterni, nella predisposizione dei campi di gioco, nell'organizzazione degli incontri, nell'arbitrarli, nel fotografarli e filmarli, nel ripristinare le attrezzature impiegate e le strutture. E' a loro che deve arrivare il grazie più enorme e riconoscente: un grande HIP HIP HURRÀ che si leva da sotto il grande bandierone sventolante tra i pali delle porte, col simbolo del SuperX e quello delle 8 società sorelle unite nella festa.


Al nuovo generoso gigante che si è mosso! Grazie, grazie, grazie a tutti!

 

appuntamento al prossimo

Tarvisium SuperX

 

vai alla classifica finale

vai all'articolo Super(X)FISCHIETTI!

vai ai risultati delle partite Super8

vai ai risultati delle partite Super10

vai ai risultati delle partite Super12

vai alle foto-gallery

vai all'articolo di presentazione dell'evento

vai alla pagina/evento dedicata su facebook

 

banner web superX 2017 sponsor

 

un pensiero per Massimo .

anteprima video

 

un pensiero per Massimo

 

Domenica 21 maggio, i nostri giocatori Under 6 e Under 8 hanno disputato alcune partite insieme al Villorba Rugby ed all'Associazione Sparta asd.

Prima dell'inizio delle partite tutti noi abbiamo sentito il bisogno di dedicare i nostri pensieri e la nostra vicinanza alla famiglia e agli amici dell'Overbugline Rugby Codroipo A.S.D. per la scomparsa del piccolo Massimo.

E' stato girato un video che testimonia il nostro pensiero.

 

vai al video

 

2° Tarvisium Camp – due giornate magnifiche! -

camp art web

 

Sabato 8 e Domenica 9 Aprile
Villaggio Marzotto Jesolo

minirugby under 8 - 10 - 12

 

2° Tarvisium Camp

 

Checco Camposampiero Rugby, Rugby Feltre, Jesolo Rugby,

Villorba Rugby e Ruggers Tarvisium

 

Il 2^ Tarvisium Camp per alcuni volenterosi appassionati ha inizio già venerdì 7 aprile presso il Villaggio Marzotto di Jesolo. Ci sono tante cose da fare per prepararsi al meglio e noi della Tarvisium vogliamo fare bella figura con i nostri ospiti.
Sabato 8 aprile abbiamo accolto 350 bambini delle categorie U8, U10 e U12 più circa 100 adulti tra accompagnatori ed educatori di 5 società, Checco Camposampiero Rugby, Rugby Feltre, Jesolo Rugby, Villorba Rugby e Ruggers Tarvisium.
IL PIACERE DI DIFENDERE: PLACCAGGIO, RECUPERO E RILANCIO…questo è stato il tema del Camp. Far “scoprire” ai bambini, attraverso una serie di esercitazioni progressive e poi nel gioco, come correre incontro all’avversario e placcarlo, recuperare il pallone che aveva in mano ed attaccarlo, siano gesti divertenti, indispensabili e soddisfacenti quanto quello di fare la meta.
Oltre a favorire la socializzazione tra atleti e nuovi amici, rafforzare lo spirito di squadra tra atleti e staff, il Camp ha avuto lo scopo di creare un momento di confronto e formazione anche per i nostri educatori che hanno avuto la possibilità di avvalersi della preparazione e dell’esperienza di profili di primo ordine quali: Craig Green, Alessandro Gerardi, Segio Zorzi, Luca Pavin, Massimo Preo, Francesco “Chicco” Grosso e Fabio Colbertaldo. Gli educatori hanno così potuto imparare qualcosa in più da poter riversare presto sui nostri ragazzi.
Ma il Camp è stato soprattutto gioco e divertimento per i nostri ragazzi che in due giorni hanno avuto la grande possibilità di sperimentare (per qualcuno era la prima volta) cosa significa stare lontani da mamma e papà e di conseguenza hanno imparato ad adattarsi a situazioni e risolvere “problemi” che da soli non avevano ancora affrontato, il tutto sempre sotto la “paterna” sorveglianza degli accompagnatori che in questi due giorni non si sono mai risparmiati e si sono prodigati per aiutare e qualche volta confortare chiunque ne avesse bisogno. Una grande esperienza per i nostri ragazzi, un esame che tutti hanno superato e che sicuramente ricorderanno a lungo e ci auguriamo li abbia aiutati a crescere oltre che a rinsaldare lo spirito di squadra.
Personalmente sono convinto che il Camp sia stato un grande successo perché da qualsiasi bambino con cui io abbia parlato, sia della Tarvisium che di altre società, ho raccolto solo commenti di grande felicità, gioia e voglia di ripetere l’esperienza. E questo, a mio avviso, ripaga da tutte le fatiche.
La cronistoria delle due giornata è un dettaglio e si può riassumere in una parola: rugby (alla quale potrei anche aggiungere “discoteca” visto quanto si sono divertiti sabato sera…).
Nel pomeriggio di domenica 9 tutti i ragazzi si sono spostati nei campi antistanti dello Jesolo rugby dove i nostri amici hanno organizzato un grandissimo raggruppamento con tanto di fanfara, inno nazionale e un 3^ tempo eccezionale.
A dir la verità i ragazzi si sono presentati all’appuntamento comprensibilmente stanchi, ciononostante hanno dimostrato la loro resilienza, comportandosi in campo come i loro educatori avevano richiesto, cioè applicare quanto appreso durante le 2 giornate di allenamento. L’importante era onorare l’impegno e dimostrare di aver recepito quanto imparato e così è stato!
Nonostante il caldo e la stanchezza tutti hanno disputato le 5 (!!!) partite programmate (alcune vinte altre perse, ma questo non era importante) ed alla fine, stremati, sono stati riaccolti dai loro genitori.
E così anche il 2^ Tarvisium Camp è terminato e già aspettiamo il prossimo!

Un grande ringraziamento a tutto lo STAFF per l’impagabile lavoro svolto e allo Jesolo per l’ospitalità.

 

...ed ora godetevi il video. Buona visione!

 

vai al video

 

avanti Ruggers!

 

Stefano “Steno” Bruniera
Ruggers Tarvisium

 

tarvisium camp 2017 -

tarvisium camp 2017 ok

 

tarvisium camp 2017

 

8/9 aprile 

Jesolo villaggio Marzotto

 

350 minirugbisti di Camposampiero, Feltre, Jesolo, Villorba e Tarvisium, 50 educatori e una cinquantina di accompagnatori hanno vissuto tra sabato e domenica due intense e primaverili giornate di rugby, lavorando intensamente sulle esercitazioni difensive proposte da uno staff di formatori di livello assoluto. Fabio Colbertaldo ha poi effettuato uno straordinario intervento a uso degli educatori sugli aspetti percettivi e fisiologici dei bambini.

Domenica pomeriggio (stanchissimi) tutti hanno concluso l'esperienza con un concentramento che dopo averli visti mescolati nelle ore precedenti, ha mostrato quanto tutti avevano imparato, giocando nuovamente con le proprie casacche.

Alla fine uno straordinario e allegrissimo terzo tempo serale organizzato dal rugby Jesolo ha concluso l’evento.

 

a breve fotogallery e altro on line