CIVFIRCIV  Facebbok-tarvisium   YouTube-Tarvisium      

calcio d'inizio 18.02.18

calcio 18 02 18

 

tarvisium day

 

Breve tregua dalle amarezze del 6 Nazioni ci rituffiamo nel campionato nostrano con un bel TARVISIUM DAY.

Partita della prima squadra al Monigo con anticipo di raggruppamento minirugby al San Paolo. Dal cappuccino con cornetto allo spritz serale con intermezzo di panino con salsiccia e patatine e qualche big a spillare birra, c’è da riempire la giornata. Non solo griglie e piastre calde ovviamente, c’è anche e soprattutto il rugby. Cominciando dai “nanetti” della 8 e della 10, spettacolo puro e divertimento assicurato che ritempra spirito e mente. Quale miglior aperitivo e traino per la partita della prima squadra? Inedita sfida col Rugby Parabiago club che pure ha una lunga storia, dal primo dopoguerra, con partecipazioni nel massimo campionato negli anni cinquanta. Quest’anno ha lottato fino all’ultimo con il Noceto per accedere alla poule promozione; pur non disdegnando di giocare con i trequarti è squadra che fa della mischia il suo punto di forza, per Bobo & Co. si annuncia giornatina pesantina, fortunatamente si gioca al Monigo ed il tempo rigido non dovrebbe allentare troppo il terreno di gioco. Attenti però che i lombardi sanno adoperare bene i palloni conquistati dagli avanti… Se questo campionato a singhiozzo favorisce i recuperi fisici non favorisce la continuità, noi veniamo da un bel periodo….vediamo di continuarlo…

Tutto il gruppo U16 di ritorno dalla Ghirada per il match mattutino col Benetton è caldamente invitata a presenziare e sostenere le magliette rosse. Idem per la 18 che dalla Guizza in vista al Petrarca avrà giusto giusto il tempo di arrivare a Monigo!

 

Herrmes

 

Avanti Ruggers...

 

calcio d'inizio 10/11.02.18

calcio 11 02 18

 

largo ai giovani

 

Ancora fermo il campionato di serie A saranno le giovanili a tenere la scena (e il 6 Nazioni!).
Un doppio turno casalingo delicato e punto cruciale del aghirone di ritorno sia per la 16 che per la 18 che riceveranno in casa rispettivamente alle 10,00 e alle 11,00 le avversarie che le precedono in classifica. I campi di gioco dopo questa giornate di pioggia e Lalla ringraziamo il calendario (sabato c'è pure un triangolare in casa della u14). Pana è pregato di tenere in allerta la lavanderia….
Per tutte e due le nostre rappresentative Juniores una occasione importante per fare un salto in classifica contro avversarie sulla carta di valore simile.
Per affrontare il Verona i ragazzi di Ino e Luca avrebbero preferito certamente terreno meno pesante, ma tante bisogna fare di necessità virtù e puntare a quella vittoria che visti gli equilibri di forze e il panorama del resto del lotto potrebbe significare la conferma probabile in élite un'alta volta. All'andata, perso di misura (17-13). Le qualità ci sono, e la squadra cresce.
Più netta la sconfitta all'andata in quel di Asolo (22-0) per la 16, ma i pedemontani sono vicinissimi in classifica e sembrano sicuramente alla portata dei ragazzi di andrea Barp a patto di mantenere concentrazione e voglia per tutti la partita.
Si prevede una discreta affluenza di pubblico per il doppio impegno, club house in formazione grandi occasioni.
A fare da contorno la seconda giornata del 6 Nazioni: turno tutt'altro che interlocutorio. Gli azzurri andranno a Dublino a sfidare l'Irlanda ma soprattutto a confermare la buona prova disputata per due terzi di partita contro l'Inghilterra. Francia Irlanda è stata la partita meno divertente delle tre e nessuna delle due apparse irresistibili, ma da qui vincere a Dublino….già un passivo contenuto sarebbe un risultato accettabile. L'incontro di cartello è sicuramente Inghilterra Galles. I rossovestiti (per questo mi sono i più simpatici!) Reduci dall'ubriacante vittoria sulla Scozia avranno sicuramente vita meno facile a Twickenham, sabato pomeriggio. Incontro da non perdere assolutamente. Già in netta difficoltà Scozia e Francia, si incontreranno domenica. I francesi orfani ormai da tempo del gioco “champagne” dei tempi gloriosi con l'Irlanda hanno messo in mostra una strategia di “chiusura” e scarsa propensione allo spettacolo, al contrario della Scozia, quasi avventata contro il Galles. Che partita vedremo? I tecnici rivedranno strategie a atteggiamenti tattici. Ne riparliamo tra quindici giorni….

Un buon week end di Rugby tra poltrona, Tv e campo san Paolo.

Herrmes

 

Avanti Ruggers!

 

calcio d'inizio 04.02.18

calcio 04 02 18

 

international kick-off
(peada internasionae)

 

Sabato (domenica per noi) inizia il 6 NAZIONI. Subito, in casa la peggiore delle avversarie L'Inghilterra, l'unica tra le 5 che non abbiamo mai battuto e che si candida senza misteri alla conquista del Trofeo. Da parte nostra siamo da tempo relegati nella “terra di mezzo”, non riusciamo a fare il salto di qualità che ci avvicini al livello delle prime 9 del ranking Mondiale (le quattro dell'emisfero australe e le cinque Europee). Ci dobbiamo accontentare di qualche occasionale distrazione delle avversarie per fregiarci di una vittoria di prestigio, condannati a disputarci i successivi posti del ranking mondiale. Purtroppo siamo scivolati indietro, superati dalle solite Fiji, Tonga, Georgia e Giappone. A essere onesti la nostra classifica è penalizzata dal fatto che ci confrontiamo quasi esclusivamente con le più forti, ma altre nazioni, come il Giappone stanno avanzando con ammirevole costanza. Fatichiamo a creare un gioco “Italiano” e a creare una nostra scuola; dito puntato sul progetto formativo? Forse, non è questa la sede e lo spazio per affrontare l'annosa e complessa questione, sta di fatto che anche questa volta siamo ad augurarci di evitare il mestolo ligneo (cucchiaio di legno) A spese di chi? Indiziata numero uno la Francia. I transalpini vivono un periodo paradossalmente difficile: hanno il campionato più competitivo e ricco del mondo, il TPO14, infarcito da stage mondiali ma, forse proprio per questo, a livello di nazionale stanno vivendo una profonda crisi. Ne ha fatto le spese Guy Novès, il più blasonato coach di Francia, quello che ha per vent'anni guidato lo Stade Toulousain e vinto il maggior numero di “Bouclier de Brennus”. A conferma che guidare un club ed una nazionale non sono la stessa cosa, quando C.T. e campionati parlano lingue diverse. Il problema è che il presidente federale Bernard Laporte lo ha fatto fuori in modo brutale licenziando con raccomandata lo staff per pretestuose “ gravi mancanze”, scatenando la reazione di media e soprattutto aprendo un pesante contenzioso economico e giudiziario che non fa sicuramente bene a tutto il movimento. Per di più a guidare i galletti è stato chiamato il suo pupillo Jacques Brunel che non è cha da 'ste parti abbia fatto mirabilie. A grana si aggiunge grana. Laporte è indagato per pressioni sul giudice che doveva sanzionare economicamente in modo pesante il Montpellier, con tanto di accusa di conflitto di interessi e perquisizioni della polizia. Non proprio un periodo sereno per i cugini di oltralpe, non a caso scivolati all'ultimo posto delle nove “regine”, riceverà l'Irlanda, l'altra candidata alla vittoria del torneo. Stemo vedar… Chiude il programma Galles-Galles.

Alla prossima puntata...

 

 

Herrmes

 

Avanti Ruggers!

 

calcio d'inizio 28.01.18

calcio 28 01 18

 

28 gennaio Tarvisium - Milano

 

Era un po' di tempo che non si incontrava il Rugby Milano, a livello di seniores. Si Risale agli anni ottanta, ma che ricordi! Fu nel lontano 1985, era la prima partita in serie A in trasferta della Tarvisium e fu anche la partita di esordio nei Seniores di Ivan Francescato! I punti di contatto non finiscono qui, il club Meneghino fu fondato nel primo dopoguerra, per poi confluire agli inizi degli anni sessanta con il CUS Milano. Fu poi rifondato nel 1969, anno di nascita guarda caso della Tarvisium! Anche il Rugby Milano ha il rosso come colore sociale.
Anche loro sono molto attenti al contesto sociale e al recupero dei giovani in “difficoltà”, operano col carcere minorile, esperienza anche questa che ci accomuna.
Questa partita quindi ha il vantaggio di far rifiorire ricordi e nostalgie, loro sono tornati in serie A da due anni e noi da poco prima. Come sapete questa seconda fase non riserverà ne glorie ne disperazioni, ma nel rugby non esistono amichevoli, le amichevoli sono riservate al terzo tempo!
Entrambe veniamo da una prima fase non esaltante, noi negli ultimi tempi abbiamo rialzato la testa e cominciato a raccogliere qualche risultato, loro vengono dalla sconfitta nel combattuto derby col Parabiago (nostro prossimo avversario) e sicuramente avranno voglia di riscatto.
Indipendentemente da tutto ciò le tradizioni e l'occasione impongono di offrire al pubblico un piacevole spettacolo!
Non si annunciano grandi novità nella formazione nostrana…col ritrovato e motivato Fede Curtolo in regia in coppia con capitan Pizzinato…
In teoria saremmo alla vigilia dei giorni della merla, ma le previsioni non parlano di temperature particolarmente rigide……Il Monigo ci attende e terzo tempo in Club.

Buon divertimento!

 

Herrmes

 

Avanti Ruggers!

 

calcio d'inizio 14.01.18

calcio 14 01 18

 

l'epifania tutte le feste (o quasi)

si porta via

 

Saranno bastati gli allenamenti a smaltire panettoni, pandori, torroni,

capponi e bevute di prosecco e spritz By CONAD?

 

Abbiamo chiuso l'anno con una vittoria dopo un lungo periodo oscuro dove fare punti sembrava vietatissimo. Sarebbe d'uopo cominciare il 2018 nella stessa maniera, tanto per scaldare il cuore e continuare la festa, Dopo tutto anche a Padova avranno fatto festa. Non sarà impresa facile.
Infatti arriva il Petrarca, seppure in forma cadetta. Domenica è la prima del 2018 e l'ultima della prima fase del campionato, per L'impegno casalingo coi gli Antoniani discepoli di Memo Geremia si torna a Monigo. Il Petrarca a Treviso nello stadio della Benetton, con l'eccellenza ferma? Non illudiamoci siano in Vena di strenne Natalizie! Anche se per la classifica questa partita conta meno di zero, c'è tutta una storia da celebrare e onorare.

All'andata abbiamo letteralmente buttato via la partita, ma loro a onor del vero hanno fatto un percorso in costante crescita. Le magliette rosse devono imboccare la strada giusta per la strada giusta per la seconda fase dove dovrebbero emergere le qualità, soprattutto morali, di quelli che saranno chiamati a comporre la squadra del 2018/19.
Possibile il ritorno in campo, forse per uno scampolo di partita, di Federico Curtolo, reduce da una lunga riabilitazione dopo l'infortunio di 13 mesi fa, giorno più o giorno meno. Un anno fatto di determinazione, fatica e sacrificio. Se non sarà per questa sarà per la prossima, dolcemente.
Bentornato Federico: la tua passione e il tuo impegno sia di esempio agli altri. (un abbraccio anche a Pingu….)

 

Herrmes

 

Avanti Ruggers!

 

calcio d'inizio 31.12.17 - Peada de fine anno!!!

calcio 31 12 17

 

Fischio Finale 

e Calcio d'inizio di Capodanno

 

Prima del prossimo calcio d'inizio

guardiamo cosa ci lasciamo alle spalle, di bello e di brutto. 

 

In casa Tarvisium il 2018 ha portato l'inizio della costruzione dei nuovi spogliatoi attesi, sospirati e agognati da diversi anni. A prima vista i lavori procedono speditamente ed in primavera inoltrata si dovrebbe inaugurare la nuova importante struttura che offrirà certamente un miglior respiro alla nostra società. L'anno si è aperto con la conferma, ad onor del vero con un po' di sofferenza e un pizzico di benevolenza astrale, della prima squadra nella poule promozione con la conseguente salvezza anticipata. La stagione è proseguita con la conferma della Under 18 in élite e la crescita della Under 16 con il loro bel epilogo del torneo 6 Nations Under 16 in Francia, dominato nel gioco e nei risultati. Il minirugby si segnala per il crescente interesse per il progetto SUPERX, ormai affermatosi stabilmente nel panorama del rugby di base del nord e per il successo in aprile del Tarvisium Camp con 350 bambini di 5 club partecipanti. La stagione si è poi chiusa con la conferma della permanenza di Craig Green alla guida della prima squadra e di tutto il settore tecnico. La nuova stagione ci ha portato per la serie A la novità della salvezza “politica” (come il 18 politico universitario degli anni 60), quest'anno nessuna retrocessione: il che ha portato qualche “turbativa” all'impegno in campo nei club che come il nostro che ancora non sono o non possono esser pronte al salto nella categoria superiore: un po' anche conseguenza di ciò la prima parte del campionato della squadra maggiore è stata avara di risultati e condizionata da prestazioni altalenati ma nel contempo - nota positiva - molti giovani stanno accumulando esperienza utilissima per la prossima stagione. Nelle giovanili la U16, ritornata con merito nel girone élite, ha faticato contro squadre più strutturate fisicamente, ma sta dando segnali di crescita. Situazione quasi analoga nella 18 anche se quest'ultima sembra più matura e vicina alle migliori rispetto alla 16. Vediamo comunque una buona crescita del settore junior, i tecnici in campo hanno ottima esperienza e, sicuramente, nella prossima primavera le nostre squadre ci regaleranno ottime soddisfazioni.

Una società sportiva, delle dimensioni della nostra, non è solo atleti e tecnici, è oltre, è una famiglia, una comunità ampia, numerosa e per questo sottoposta alle regole della vita che parlano di gioie, successi, matrimoni e nascite ma purtroppo anche di partenze e lutti. Tristemente anche quest'anno abbiamo dovuto subire questa legge e salutando per l'ultima volta alcuni amici che ci hanno accompagnato per molti anni nel nostro cammino, fra tutti Aki Lauro e il Pin, entrambi dai primi vagiti della Tarvisium.
C'è chi invece pur restando vicino alla squadra per motivazioni personali e professionali ha deciso di “mollare” per un poco l'impegno diretto in prima persona: un grazie a Gibe Breda per l'impegno profuso in questi anni nel settore minirugby e vorremmo salutarlo con un, speriamo, arrivederci.

Fatti i conti col recente passato cosa ci aspettiamo da questo 2018, oltre i buoni propositi di prassi?
Ci spettiamo tutti che la prima squadra ci gratifichi con una seconda parte di stagione che benché priva di precisi obiettivi confermi i segnali di ripresa visti nelle ultime gare e soprattutto metta le giuste basi per la prossima stagione (di cui ancora si ignora la formula), chiarendo chi sarà meritevole ed orgoglioso di continuare a difendere ed a combattere con la maglia rossa” addosso!

Vedremo se il progetto del polo sportivo di Monigo presentato dall'Amministrazione Comunale prenderà effettivamente il volo, ma questo è legato ai destini della politica e in questa sede è opportuno astenersi…… E' comunque un progetto certamente bello ed affascinante ma allo stesso tempo anche ambizioso, il tempo sarà galantuomo nella risposta!

Al di là delle prestazioni sportive credo che ci dobbiamo tutti augurare che prevalga in tutti la sportività e l'educazione, che si vinca la battaglia dei valori dello sport contro la violenza verbale e non solo, contro l'ignoranza, il razzismo e l'esasperazione nociva dei toni agonistici. Questo finale di anno ci ha fatto vivere brutti episodi con invasioni, risse, bandiere offese e oltraggiate, genitori che non si comportano in modo sportivo e dignitoso, anzi talvolta si dimostrano indegni in tutto e per tutto. E ciò non fa certamente il bene dei loro figli e dello sport!

 

Herrmes

 

Buon 2018 a Tutti,

Buon Rugby,

serenità a tutti nella famiglia,

nel lavoro e nello sport!

 

AVANTI RUGGERS! Auguri anche a voi!

 

banner webok 28 01 18

presa al volo / n°50

presa al volo / n°50

  presa al volo / n°50 - 23.11.17 Su quanto accaduto domenica a Padova nel corso di Petrarca-Mogliano di Under 16 si è scritto e parlato molto e ancora se ne farà. Non possiamo però esimerci dal commentare l'accaduto. Un'invasione di campo di genitori durante una partita di giovanili con...

 

modulo documenti iscrizioni

 

doposcuola modulo

 

5-x-1000